SIE aderisce al protocollo di autenticazione 
SIE è affiliata a  

Pratica Clinica Online


A cura di

  • Massimo Mannelli (Firenze) - coordinatore
  • Pasqualino Malandrino (Catania)
  • Francesco Ferrau (Messina)
 
  • Segretaria di redazione online Alice Caleo

 

PRATICA CLINICA IN ENDOCRINOLOGIA
Speciale Covid-19

Il cancro della tiroide ai tempi del Covid-19: la posizione dell’Associazione Italiana della Tiroide

Furio Pacini1, Maria Grazia Castagna2, Rossella Elisei3, Laura Fugazzola4, Andrea Frasoldati5

1
Coordinatore; Istituto Clinico Humanitas, Humanitas University, Rozzano, Milano, Italia,
2Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze, Università di Siena, Siena, Italia 3Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università di Pisa; Divisione di Endocrinologia, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, Pisa, Italia,
4Dipartimento di Fisiopatologia Medico Chirurgica e dei Trapianti, Centro Tiroide Auxologico, Istituto Auxologico Italiano IRCCS, Università di Milano, Milano, Italia,
5Unità di Endocrinologia, Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia, Reggio Emilia, Italia

Corrispondenza:
Furio Pacini, pacini8@unisi.it
La recente, e persistente, pandemia da Covid-19 pone importanti quesiti per il trattamento e il monitoraggio dei pazienti oncologici. Le associazioni medico-scientifiche raccomandano che i pazienti oncologici devono avere accesso alla diagnosi e alle cure con percorsi adeguati a proteggerli  dall’eventuale contagio quando si rechino in strutture ospedaliere o ambulatoriali. Se questo è pienamente condivisibile per i pazienti oncologici in genere, nel caso del cancro della tiroide è possibile considerare un atteggiamento più̀ prudente e dilatorio alla luce della lenta evoluzione tipica della malattia.
Vediamo in dettaglio come ci si può̀ comportare a seconda dei diversi scenari....
 
Leggi tutto - Scarica Documento PDF

PRATICA CLINICA IN ENDOCRINOLOGIA
Speciale Covid-19

La mano invisibile: essere endocrinologo nel tempo della pandemia

Francesco Trimarchi
Accademia Peloritana dei Pericolanti presso l’Università di Messina, Messina, Italia
Corrispondenza:
francesco.trimarchi@unime.it
Il contesto, il modo, il metodo, la fattualità del prendersi cura di una persona con un problema di pertinenza endocrina hanno mutato, abbastanza repentinamente, essenza e statuto. Non sono, ovviamente, mutate le caratteristiche antropologiche della persona né l’ espressione soggettivo-funzionale e quella clinica del disordine endocrino. Sono cambiati e in modo radicale il modo di essere “paziente” e il modo di essere “medico” nel contesto pressoché esclusivo di un approccio basato sulla Telemedicina....
 
Leggi tutto - Scarica Documento PDF


  • 21 ott 2017

    Dosaggio della Calcitonina nella Pratica Clinica
    Laura Fugazzola   La calcitonina (Ct) è un marcatore altamente specifico e sensibile di carcinoma midollare della tiroide (CMT), utile per la diagnosi ed il follow up delle forme sia sporadiche che ereditarie......

    LEGGI TUTTO
     

  • 09 ott 2017

    Uso dell’inositolo nella sindrome dell’ovaio policistico
    Costanzo Moretti1 e Giulia Lanzolla2   La Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS),uno dei disordini endocrini più comuni della donna in età riproduttiva (8-18%), può presentarsi in maniera molto eterogenea, con iperandrogenemia e correlato fenotipo (acne, irsutismo, alopecia), anovulatorietà cronica, oligo-amenorrea, ridotta fertilità e complicanze nel corso di gravidanza.....

    LEGGI TUTTO
     

  • 21 set 2017

    Non Thyroidal Illness Syndrome
    Efisio Puxeddu, Serena Saverino, Silvia Morelli   Nel corso di una malattia critica che può richiedere il ricovero in una Unità di Terapia Intensiva, si possono sviluppare alterazioni nelle concentrazioni plasmatiche degli ormoni tiroidei, note come “Non Thyroidal Illness Syndrome” (NTIS) o sindrome da bassa T3......

    LEGGI TUTTO
     

  • 11 set 2017

    L'ipovitaminosi D nel grande obeso
    Pratica Clinica Online - L'ipovitaminosi D nel grande obeso

    LEGGI TUTTO
     

  • 28 ago 2017

    La disfunzione sessuale della donna diabetica
    Maria Ida Maiorino, Katherine EspositoLe disfunzioni sessuali femminili (DSF) costituiscono un gruppo eterogeneo di disordini, caratterizzati da un disturbo clinicamente significativo del desiderio sessuale e/o dei cambiamenti fisico/psicologici nei quali si esprime il ciclo completo della risposta sessuale nella donna.....

    LEGGI TUTTO
     

  • 20 lug 2017

    Terapia con metformina e rischio di acidosi lattica
    Angela Dardano, Giuseppe Daniele & Stefano Del Prato Oltre cinquanta anni fa, il farmacologo francese Jean Sterne pubblicava il primo studio clinico su una biguanide diventata pietra angolare nella storia della diabetologia: la metformina (Met)....

    LEGGI TUTTO
     

  • 15 giu 2017

    Marcatori Tumorali di Neoplasia Testicolare: presente e futuro
    Francesco Pallotti, Giulia Coltrinari, Donatella PaoliLa neoplasia testicolare è la patologia tumorale più frequente negli uomini in fascia di età riproduttiva. Nonostante negli ultimi anni si sia verificato un incremento in tutta Europa (in Italia circa +1.9% annuo), la sopravvivenza di questi pazienti è notevolmente migliorata (>90% a 5 anni), garantendo ai sopravvissuti un’aspettativa di vita sovrapponibile a quella della popolazione generale...

    LEGGI TUTTO
     

  • 30 mag 2017

    Uso della liraglutide nel trattamento dell'obesità
    Fabiana Picconi1,2, Ilaria Malandrucco1,2, Davide Lauro2, Simona Frontoni1,2 Le linee guida internazionali (1) suggeriscono un approccio integrato all’obesità, di intensità crescente, indicando il trattamento farmacologico, in aggiunta a dieta ed esercizio fisico, per la condizione di sovrappeso con comorbidità e a partire da un’obesità di prima classe, anche in assenza di complicanze. Per ottenere dei benefici clinici significativi, un calo ponderale del 5-10% del peso iniziale, seppur modesto, è clinicamente rilevante in termini di miglioramento di molti parametri metabolici, correlati al rischio cardiovascolare. .

    LEGGI TUTTO
     

  • 09 mag 2017

    Diagnosi e terapia dell’ipotiroidismo centrale
    Andrea Lania1,2, Nazarena Betella1, Paolo Beck-PeccozL’ipotiroidismo centrale (IC) è una condizione clinica rara (prevalenza 1:20.000) caratterizzata da un difetto nella secrezione di ormone tiroideo conseguente ad una alterata stimolazione da parte del TSH in presenza di una tiroide normale dal punto di vista funzionale. L’IC può essere acquisito e congenito (Tab.1) ed colpisce in egual misura i due sessi in ogni fascia di età.

    LEGGI TUTTO
     

  • 27 apr 2017

    Iodoprofilassi 11 anni dopo
    Marcello Bagnasco1 , Mariacarla Moleti2, Concetto Regalbuto3, Massimo Tonacchera4, Antonella Olivieri5 - Quasi undici anni fa è stata approvata la legge 55/2005 "Disposizioni finalizzate alla prevenzione del gozzo endemico e di altre patologie da carenza iodica" che, di fatto, ha introdotto il programma nazionale di iodoprofilassi nel nostro Paese...

    LEGGI TUTTO