Nutraceutica e malattie endocrino-metaboliche


Coordinatore

  • Lucio Gnessi


Professore Associato di Medicina Interna 
Dipartimento di Medicina Sperimentale
Sezione di Fisiopatologia Medica, Scienza dell'Alimentazione ed Endocrinologia
Universita' di Roma "La Sapienza" 00161 - Roma
Tel. 0039.6.49970721 Fax. 0039.6.4461450

Contatti


Presentazione

Premesse

Un’alimentazione sana ed equilibrata è alla base dello stato di salute; al contrario, una alimentazione carente e/o inadeguata è alla base di numerose patologie croniche. L’educazione alimentare tiene conto delle linee guida per una corretta alimentazione che declinano le raccomandazioni nutrizionali in termini di profilo alimentare con valenza preventiva legata alla promozione della salute e traducono in pratica le indicazioni fornite dai LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed Energia per la Popolazione Italiana) . Gli Integratori Alimentari - (Direttiva 2002/46/CE) sono i prodotti alimentari destinati ad integrare la dieta normale e costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo per integrare eventuali carenze. Un alimento può essere definito “funzionale” se è dimostrata la sua capacità di influenzare positivamente una o più funzioni fondamentali dell’organismo in modo da migliorare lo stato di salute e/o associarsi ad una riduzione del rischio di malattia: non sono pillole né capsule ma parti di un normale regime dietetico (The European Commission’s concerted action on Functional Food Sciences in Europe – FuFoSe). I nutraceutici (neologismo derivato dai termini nutrizione e farmaceutico) sono definiti come “Componenti alimentari o principi attivi presenti negli alimenti e che hanno effetti positivi per il benessere e la salute, ivi inclusi la prevenzione e il trattamento delle malattie” (De Felice S. 1989). I nutraceutici sono caratterizzati da proprietà curative di comprovata efficacia e sono costituiti sia da micronutrienti (vitamine ed acidi grassi) che da non nutrienti (fitocomposti e prebiotici). Il “nutraceutico” non è attualmente definito dalla legislazione comunitaria e di fatto rientra nella definizione di “Integratore alimentare”. si possono distinguere tra i nutraceutici: principi attivi, preparati a base di piante officinali, integratori alimentari, integratori erboristici, alimenti funzionali.

Scopo
Il gruppo di studio intende valutare criticamente le evidenze scientifiche alla base dell’utilizzo dei nutraceutici in Endocrinologia e nelle malattie metaboliche. A tale scopo il gruppo organizza riunioni scientifiche e convegni anche a scopo divulgativo.
Il primo evento, frutto del lavoro del gruppo di studio, è consistito in un convegno dal titolo Obesità e Nutraceutica che si è tenuto a Roma il 5 marzo 2016. Il convegno ha visto una vasta partecipazione ed è stato accreditato con 4 crediti ECM. Il successo dell’iniziativa, dovuta soprattutto all’eccellenza dei relatori ed alla partecipazione attiva di tutti i componenti del Gruppo di studio all’ampia e articolata discussione ha motivato i componenti a prevedere un seguito.

Impatto per la SIE
Vista l’assenza di protocolli definiti per l’utilizzo di nutraceutici in Endocrinologia, la costituzione del Gruppo rappresenta un punto di riferimento per SIE per coordinare studi controllati sull’utilizzo di nutraceutici in patologie endocrine come la PCOS, la patologia tiroidea, la sindrome metabolica, il diabete mellito ed esprimere un parere ragionato sulle evidenze scientifiche prodotte dalla letteratura internazionale.

 

 
 
Copyright © 2017 | SICS S.r.l. - Viale Zara 129/A - 20159 MI - Partita IVA: 07639150965